CAPPELLA SANTA ROSALIA

divider

divider

Un gioiello seicentesco

divider

 

Sulla parete meridionale della sala Montalbo (conosciuta anche come sala di Antinoo ) si trova la piccola cappella senatoria del 1663 in stile barocco, che presenta una pianta rettangolare con angoli smussati. La piccola Chiesa non era stata utilizzata per molti anni successivi all’Unità d’Italia. Venne riconsacrata a luogo di culto nel 1932 per iniziativa del Cardinale Lavitrana. All’interno di essa in una nicchia, sopra la settecentesca tela della Vergine, c’è una statua della Santuzza (Santa Rosalia) ad opera dello scultore Cosmo Sorgi.
Ai lati dell’altare si trovano le immagini barocche degli altri Santi protettori contro la peste, Sebastiano e Rocco. Nella cappella è presente anche un rarissimo tronetto seicentesco, ultimo esemplare delle sedute dell’antico senato.